Micene Grecia: città e leggenda

Micene Grecia – Secondo la tradizione, Micene fu fondata da Perseo, figlio di Zeus e Danae, figlia di Acrisios, re di Argos. La leggenda ricorda che Perseo dopo aver inavvertitamente adempiuto alla profezia che avrebbe ucciso suo nonno Acrisios, cambiò il regno di Argos con quello di Tirinto e quindi fondò Micene, una nuova città per sé.

Per fortificare la sua città Perseo impiegò il mitico “Ciclope” per costruire le mura ed è da loro che lo stile della gigantesca muratura è chiamato per l’appunto “Ciclope”.

Quali sono le origini del nome Micene?

Vengono fornite almeno tre spiegazioni per il nome di Micene:

  1. dal pomo di spada di Perseo, che aveva la forma di un fungo (mykes) e che vi lasciò cadere;
  2. da un vero fungo che raccolse per usarlo come una tazza quando aveva sete, facendo così sorgere una sorgente (primavera Perseia);
  3. Omero sembra derivare il nome da Micene ovvero una ninfa di grande bellezza ma di origini incerte.
micene grecia

La dinastia Perseide regnò su Micene e sui suoi territori per almeno tre generazioni. Euristeo, l’ultimo della stirpe, fu il re per il quale Ercole fece le sue dodici fatiche. Fu ucciso in una battaglia contro gli Ateniesi ed i figli di Ercole, il popolo di Micene scelse Atreo, figlio di Pelope, per diventare il loro re.

Annuncio Pubblicitario

Micene nell’Iliade e nell’Odissea

Omero ci parla di Micene sia nell’Iliade che nell’Odissea. Brevi versi ci danno un’idea molto precisa di Micene: “Micene ricca di oro“.

Se ti fa piacere leggere queste epiche storie ti riporto di seguito gli ebook scaricabili. Sono in formato kindle ma non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

Odissea

Iliade

La grandezza dell’Iliade e dell’Odissea, capolavori assoluti della letteratura mondiale, supera i confini di ogni genere letterario e ne codifica i temi e le forme: la drammaticità dell’azione, il conflitto tra forze nemiche, l’alterno prevalere della forza, l’astuzia, l’ingiustizia e il valore, la tragedia del dolore, l’esaltazione delle virtù eroiche ma anche della pietà, della fedeltà e dell’amicizia. Tutti questi motivi, oltre alla straordinaria armonia del verso, fanno di Omero non solo il primo interprete della spiritualità greca, ma soprattutto il grandissimo scrittore che avviò un processo inarrestabile di approfondimento della conoscenza psicologica, sociale e fantastica dell’uomo.

Le leggende di Micene Grecia: La casa di Pelope

Atreo, figlio di Pelope, governava Micene. La sua inimicizia, nei confronti di suo fratello Thyestes (Tieste), tuttavia, lo portò a dare allo sfortunato la carne dei suoi figli da mangiare (la cosiddetta “festa di Thyestes”). L’atto portò su Atreo e tutti i suoi discendenti l’ira degli dei e la maledizione di Thyestes.

Suo figlio ed erede Agamennone, che assunse la guida dei Greci nella spedizione contro Troia, fu assassinato al suo ritorno dalla guerra dalla moglie Clitennestra, coadiuvata dal suo amante, Aegisthos.

micene grecia rovine

Oreste, figlio di Agamennone, e sua sorella Elektra uccisero sia la loro madre che Egisto. Dopo ciò, Oreste fu costretto a fuggire fino a quando non fu definitivamente assolto dalla corte dell’Areopago ad Atene.

L’ultimo re di Micene, secondo la tradizione, fu Tisamenos, figlio di Oreste che fu ucciso mentre difendeva il suo stato da un’incursione dai discendenti di Eracle.

Articoli correlati a Micene Grecia:

Annuncio Pubblicitario

Lascia un commento

Translate »