Lo scultore del Partenone, metope e frontoni

Il Partenone di Atene

Lo scultore del Partenone, metope e frontoni – Il Partenone è un tempio che affascina per la sua storia, per la sua posizione dominante sull’Acropoli di Atene e per il modo in cui era stato progettato. Attualmente il Partenone appare un po’ spoglio, ma c’è stato un tempo in cui il Partenone era ricco di decorazioni con frontoni e metope unici.

Approfondire l’argomento significa tornare indietro nella storia per potere immaginare come poteva essere originariamente questo famoso tempio.

Prodotti necessari alla nostra avventura

Per potere avere successo nella nostra avventura nel tempo 😉 è bene leggere per documentarsi sulla cultura greca, ma meglio ancora è utile visitare l’Acropoli di Atene ed il Museo dell’Acropoli dove sono custodite le opere che originariamente adornavano il Partenone.

Per questo motivo di seguito trovi dei prodotti utili per lo studio e per la nostra visita ad Atene.

Annuncio Pubblicitario

Ebook Storia del mondo greco antico.

Ebook Storia del mondo greco antico per approfondire la storia Greca. L’Ebook è in formato Kindle ma può essere letto anche sul cellulare con l’apposita app gratuita scaricabile da AppStore o Google Play!

Skechers per camminare comodi durante la vista all’Acropoli di Atene

Servono sicuramente delle scarpe molto comode per la visita all’Acropoli ed al museo. Proponiamo quindi di seguito:

  • Per Donna: Skechers Graceful – Get Connected-12615, Scarpe da Ginnastica Donna
  • Per Uomo: Skechers Verrado Brogen, Scarpe da Ginnastica Uomo

Smartphone

Come qualsiasi avventura che si rispetti vogliamo documentarla adeguatamente con delle foto bellissime. Per questo ti proponiamo 2 smartphone con una fotocamera di qualità.

Xiaomi Mi Note 10 Smartphone

Xiaomi Mi Note 10 Smartphone, 6 GB RAM + 128 GB ROM, Schermo 3D Curved Amoled 6.47″, Penta Camera 108 MP, 5260 mAh, Midnight Black

Galaxy S20

E infine per volere esagera proponiamo il bellissimo Samsung Smartphone Galaxy S20, Display 6.2″ Dynamic AMOLED 2X, 3 Fotocamere Posteriori, 128 GB Espandibili, RAM 8GB, Batteria 4000mAh, Hybrid SIM/eSIM, 2020

Lo scultore del Partenone

Lo scultore del Partenone – Il Partenone è il tempio che Pericle volle erigere sull’Acropoli come simbolo della vittoria dell’unione greca sui Persiani. Era il simbolo del passaggio dalle antiche tradizioni religiose delle singole comunità a quella che potremmo chiamare l’ideologia religiosa della Grecia unita.

Il Partenone fu costruito tra il 447 ed il 438 A.C. e le sculture decorative furono completate nel 432 A.C. Gli architetti del tempio erano Ictino e Callicrate.

Chi fu lo scultore del Partenone? Fidia si occupò della supervisione artistica. Fidia infatti fu lo scultore del Partenone che, collaborando con altri scultori, progettò e creò le numerose sculture decorative del tempio tra cui la statua della dea Atena fatta di avorio e oro.

La Grande statua di Atena

La grande statua in oro e avorio della dea Atena era ospitata nella parte orientale. Questa famosa opera d’arte dello scultore Fidia era alta circa 13 metri ed era considerata un capolavoro nell’antichità.

Un colonnato dorico a due livelli incorniciava la statua e sosteneva le travi del tetto.

Le sculture del Partenone

Le sculture riccamente decorate del Partenone sono uniche. Tutte le superfici che potevano essere decorate recavano sculture. Ci sono 3 principali gruppi scultorei: il frontone, il fregio e le metope.

Video: sculture al Museo dell’Acropoli

Queste sculture non sono più poste sul Partenone in quanto sono state rimosse per essere conservate al museo di Atene. Nel museo sono disposte nello stesso ordine originale. Guarda il filmato sotto per vedere meglio come sono state posizionate.

Metope Partenone

Le metope sono poste sopra le colonnate del tempio. Sono costituite da placche quadrate decorate in rilievo e si alternano ai triglifi. Erano così riccamente decorate da essere quasi intagliate tutt’intorno.

I soggetti raffigurati sono stati tratti dalla mitologia greca. All’estremità orientale c’erano scene della Gigantomachia: la battaglia tra gli dei dell’Olimpo ed i Giganti.

Sul lato ovest, le scene raffiguravano l’Amazzonomia: la battaglia tra i Greci e le Amazzoni, una mitica tribù di famosi guerrieri. Il lato nord rappresentava gli eventi della guerra di Troia e in particolare la caduta di Troia. Sul lato sud il tema era la Centauromachia.

I centauri furono invitati alle nozze del re dei Lapiti della Tessaglia, ma si ubriacarono e cercarono di rapire le donne Lapith. Ne conseguì una battaglia corpo a corpo. Quindi è evidente che la maggior parte delle metope raffigura il tema preferito dell’arte greca antica, la contesa.

Qui l’esito incerto della stessa costante diventa un simbolo del conflitto perpetuo di forze opposte nella natura, nella società umana e nell’anima umana.

Frontoni del Partenone

I frontoni sono le aree triangolari formate dalle cornici inclinate e orizzontali del tetto sopra le due estremità strette del tempio. All’interno di queste aree triangolari erano collocate le colossali sculture del Partenone.

Quello che stupisce ancora oggi è la cura e maestria con le quali sono state scolpite. Era infatti molto importante per gli Ateniesi che le statue del frontone fossero eccellenti in quanto dovevano essere dedicate ed offerte agli dei.

Le statue dei frontoni del Partenone proprio per questo motivo sono state scolpite con la stessa cura tutt’intorno. La stessa cura è stata dedicata alla parte anteriore ben visibile ai visitatori del tempio ed alla parte posteriore che non era visibile.

Oggi le statue sopravvissute a tutte le vicissitudini accadute al Partenone (vedi Riassunto Partenone) sono esposte al museo dell’Acropoli di Atene e possiamo apprezzarne appieno la bellezza.

Il frontone orientale raffigura la nascita della dea Atena, il frontone occidentale del Partenone raffigura invece il conflitto tra Atena e Poseidone per il possesso dell’Attica.

Frontone orientale Partenone

Frontone Partenone Orientale – Come detto prima Il frontone orientale raffigura la nascita della dea Atena. Al centro c’era la figura di Zeus, accanto ad Atena ed Efesto che, secondo la leggenda, con un’ascia apriva la testa di Zeus, in modo che la dea potesse nascere. (Riguardo ad Efesto ad Atene c’è un tempio ben conservato proprio dedicato a lui: Tempio di Efesto Atene)

Lo scultore del Partenone, metope e frontoni 1

A sinistra è Dioniso disteso. Accanto a lui ci sono Demetra e sua figlia, Ersefone. La dea Artemide appare accanto a loro in piedi. Nell’ala destra c’è un gruppo di tre divinità sedute: Estia, Dione e la sua adorabile figlia, Afrodite. Alla fine ci sono i carri del sole nascente e della luna che tramonta, mostrando che la nascita è avvenuta all’alba.

Frontone Partenone Occidentale

Frontone Partenone Occidentale – La parte occidentale raffigura il conflitto tra Atena e Poseidone per possesso dell’Attica. Atena vinse e la città fu chiamata Atene.

Nel mezzo ci sono le due divinità con i loro doni. Atena con il suo ulivo e Poseidone con acqua di mare. I loro carri stanno accanto a loro. I due messaggeri olimpici Iris ed Hermes, sono visti dietro a proclamare la fine del concorso.

Lo scultore del Partenone, metope e frontoni 2

A sinistra, il mitico re Cecrope e sua figlia assistono al concorso. Le figure semi-reclinate nelle due ali del frontone sono le personificazioni del fiume Kephisos e della sorgente di Calliroe. Accanto a lei c’è il fiume Ilisso.

Canale YouTube

Ti sei già iscritto al nostro Canale YouTube? Se non l’hai ancora fatto Clicca qui per iscriverti!

Post Correlati

Lo scultore del Partenone – Ecco alcuni post Tripilare correlati che potrebbero interessarti:

Annuncio Pubblicitario
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Translate »
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x